LegalLeaks: il primo manuale sull’accesso all’informazione per cittadini e giornalisti (in CC da scaricare)

Come si scrive una richiesta di accesso alle informazioni del mio Comune o della mia Regione? E a un Ministero? Posso richiedere dati anche sulle società controllate dallo Stato?

LegalLeaks è pubblicato con licenza Creative Commons

È a queste domande che vuole rispondere LegalLeaks, il primo manuale sull’accesso all’informazione dedicato a cittadini e giornalisti. L’edizione italiana è scaricabile qui. Il testo è scritto in maniera semplice e diretta per rispondere alle domande più immediate dei non addestti ai lavori, ma comprende anche riferimenti alla legislazione e strumenti di approfondimento. In Italia, infatti, non esiste un Freedom of information act come nei Paesi scandinavi, in Usa e in Gran Bretagna, ma c’è una regolamentazione per l’accesso che può essere utilizzata.

LegalLeaks è pubblicato in licenza Creative Commons ed è stato completato da Diritto Di Sapere in collaborazione con la rete LegalLeaks, con Access-Info Europe e grazie al sostegno della Open Society Foundations. Prezioso, sul fronte legale, è stato il contributo di Ernesto Belisario, avvocato e fondatore dell’Associazione italiana per l’Open Governement e di Luca Bolognini, avvocato e presidente dell’Istituto italiano per la privacy. Un grazie di cuore va alla cura (e alla pazienza) di Lorenzo Rabaioli che ha impaginato il manuale.

Nei prossimi giorni il manuale LegalLeaks sarà utilizzato da 60 tra giornalisti, blogger, cittadini e associazioni durante i workshop di monitoraggio organizzati da Diritto Di Sapere a Milano e Roma.

I risultati del monitoraggio, disponibili in primavera, permetteranno di misurare sul campo il diritto di accesso degli italiani e confrontare il nostro Paese a livello internazionale.

La genealogia filosofica che ha portato alla nascita di Diritto Di Sapere risale al padre del giornalismo di precisione Philip Meyer e ai Civic Media su cui lavorano sia l’Mit negli Usa che la Fondazione Ahref di Trento. Una riflessione è qui.

14 comments

  1. Franco Dal Col

    Grazie infinite !! .. Finalmente uno strumento di Consult-Azione pratico, sintetico ed .. attuale. Attendo con curiosità gli esiti del monitoraggio e rimango sintonizzato sulle Vostre future Azioni.
    Un saluto ed un ringraziamento
    Franco Dal Col
    Ponzano.INFO

    • admin

      Grazie Franco,
      facci sapere se fai delle richieste usando LegalLeaks. Stiamo pensando a un update nei prossimi mesi e ogni commento è benvenuto.

      A presto,
      Guido

  2. Pingback: LegalLeaks: il primo manuale sull’accesso all’informazione per cittadini e giornalisti | Partito Pirata [unofficial] | Scoop.it
  3. Pingback: Diritto di sapere, il progetto entra nel vivo | Data Journalism Crew
  4. Pingback: Diritto di sapere, un progetto made in Italy
  5. Pingback: LegalLeaks: da DirittoDiSapere.it il manuale sull’accesso all’informazione per cittadini e giornalisti
  6. Pingback: LegalLeaks: il primo manuale sull’accesso all’informazione per cittadini e giornalisti (in CC da scaricare) | Diritto Di Sapere | Giornalismo Digitale | Scoop.it
  7. Pingback: È online il manuale LegalLeaks « Webcartografie
    • admin

      Certo Lorenzo,
      la 241 è la legge centrale per l’accesso ed è proprio di quella che parliamo. Quando è stata passata, nel 1990, per l’Italia è stata una grande innovazione, ma a livello internazionale è una legge già vecchia perché molto restrittiva su chi ha facoltà di ottenere l’accesso. Ne abbiamo parlato più diffusamente qui.

  8. Pingback: LegalLeaks: il primo manuale sull’accesso all’informazione per cittadini e giornalisti - Tiragraffi - Tiragraffi
  9. Pingback: Civic media in Italia: a che punto siamo? | Data Journalism Crew
  10. Pingback: Articolo 18 digitale « Storie fatte di parole
  11. Pingback: Data Journalism: panacea per il giornalismo in crisi o nulla di nuovo sotto al sole? | LSDI

Inserisca un commento

Può utilizzare questo codice HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>